TRASFERIRSI, VIVERE E LAVORARE A DUBLINO

Vivere e lavorare a Dublino

Buongiorno Sopravvivendi!

Sempre piu Italiani si iscrivono al gruppo ‘Sopravvivendo a Dublino’ cercando informazioni utili per affrontare un trasferimento nell’isola smeraldo. Ma quanto costa vivere a Dublino?

In questo articolo vi diro tutto quello che c’è da sapere per trovare lavoro a Dublino, siti web di annunci lavorativi e risorse utili per cercare alloggio, oltre ad una lista dettagliata degli stipendi in Irlanda.

A causa della crisi che ha messo in ginocchio l’Europa, molti giovani hanno deciso di lasciare l’Italia in cerca di nuove opportunità lavorative, dato che il nostro Paese sembra aver subito più di altri il contraccolpo, complice anche una politica che non sembra favorire i più giovani.

Dublino rappresenta una delle mete preferite dagli italiani per ricominciare una nuova vita lontano dai confini italiani, e se anche tu stai pensando di trasferirti a Dublino allora questa guida  è quello che fa per te.

 

Informazioni pratiche e documenti necessari

Nonostante l’Irlanda non faccia parte dello spazio Schengen, per vivere a Dublino non avrai bisogno del passaporto, ti basterà avere la tua carta d’identità e procurarti il PPS (Personal Public Service Number), equivalente del nostro codice fiscale. Ti

servirà per la previdenza sociale, per l’assistenza medica, per poter lavorare e anche per ottenere eventualmente il free travel pass, che ti consentirà di utilizzare i servizi pubblici più importanti.

Per disporre del PPS ti basterà collegarti al sito web di mywelfare, riempire i campi del modulo online e avrai immediatamente accesso ad un calendario per fissare un appuntamento presso la sede del Social Welfare della città in cui risiedi. Una volta ottenuto l’appuntamento occorre recarsi di persona presentando un documento di identità e una prova di domiciliazione, ad esempio una bolletta pagata che attesti un’utenza attiva o una dichiarazione da parte di una banca, che dimostri che hai un conto presso loro.



Oltre a richiedere e ottenere il PPS, dopo 90 giorni di presenza sul territorio nazionale chi vuole trasferirsi in Irlanda dovrà anche a iscriversi all’AIRE.

Costo della vita a Dublino

Dublino è una capitale cara per chi viene dall’Italia (siamo sempre in Nord Europa) ma è anche vero che è più che altro Dublino ad essere sotto l’occhio del ciclone, fuori della capitale la situazione migliora molto.

 

A costare molto rispetto all’Italia sono soprattutto i generi alimentari (21% più alti) e gli affitti.

Io ho  deciso di consultare il sito web Numbeo e darti qualche riferimento, così che puoi cominciare a valutare quanto costa vivere nella capitale dell’Irlanda. Ecco alcune indicazioni per le spese di tutti i giorni.

  • Pranzo al ristorante: 15€
  • Menù al McDonalds: 8€
  • Birra locale da 0,5 l al ristorante: 5€
  • Cappuccino al bar: 2,97€
  • Bibita in bottiglia al ristorante: 2€
  • Bottiglia d’acqua da 0,33 l al ristorante: 1,5€
  • 1 litro di latte al supermercato: 0,97€
  • Mezzo kg di pane: 1,33€
  • 1 kg di riso: 1,52€
  • 12 uova: 2,77€
  • 1 kg di formaggio: 8,28€
  • 1 kg di petto di pollo: 8,2€
  • 1 kg di carne: 9,83€
  • 1 kg di mele: 2,22€
  • 1 kg di pomodori: 2,4€
  • 1 kg di patate: 1,45€

  • Bottiglia da 1,5 l di acqua al supermercato: 1,33€
  • Bottiglia di vino al supermercato: 12€
  • Birra nazionale irlandese al supermercato: 2,4€
  • 1 pacchetto di sigarette Marlboro: 11,5€
  • 1 biglietto dei mezzi pubblici: 2,7€
  • Abbonamento mensile ai trasporti: 121,3€
  • 1 litro di benzina: 1,35€
  • Utenze per appartamento di 85m2: 136,42€
  • Internet illimitato: 50€
  • Abbonamento mensile in palestra: 41€
  • Affitto appartamento di 1 stanza in centro: 1498€
  • Affitto appartamento di 1 stanza in periferia: 1241€
  • Affitto appartamento di 3 stanze in centro: 2660€
  • Affitto appartamento di 3 stanze in periferia: 2000€

Stipendi a Dublino

In media gli stipendi in Irlanda ammontano a circa 2300€ mensili (come riportato da Numbeo) e possono aumentare a seconda del tipo di lavoro e della esperienza pregressa. Ecco alcuni esempi pratici per farti un’idea dei salari medi mensili in Irlanda, a seconda della professione:

  • Software Engineer: 3550€
  • Software Developer: 3100€
  • Infermiere/a registrato/a: 2550€
  • Graphic Designer: 2400€
  • Office Administrator: 2150€
  • Help Desk Support: 1700€
  • Cameriere: 1400€

Per essere piu precisa posso anche indicarvi alcuni strumenti on line per fare una ricerca mirata del livello degli stipendi in base alla categoria professionale, per posizione oppure per comparare il proprio livello con quello della media nazionale in base al profilo professionale:

Per quanto riguarda i benefits in Irlanda non esistono quelli che in Italia sono chiamati 13° e 14°. Sono previsti invece bonus concordati ed inseriti contrattualmente che possono essere in aumenti di stipendio dopo un certo periodo, oppure premi di produzione o di qualità. Le categorie di benefits sono numerose:

  • flexible hours: orario flessibile
  • subsidised canteen: buoni pasto
  • car parking: posto auto
  • accesso o memberships a palestra/piscina/sauna e varie
  • pension scheme: schema pensionistico, contributi alla pensione aggiuntivi versati all’azienda)
  • heath insurance: assicurazione sanitaria (farmaci e visite mediche)
  • life assurance: assicurazione sulla vita
  • relocation package: contributo al trasferimento che può comprendere le spese di viaggio e quelle di vitto e alloggio per un periodo limitato
  • profit share: percentuale sui profitti

Come trovare lavoro a Dublino

Trasferirsi a vivere e lavorare a Dublino senza prima aver riflettuto bene se sia la scelta giusta può essere un passo azzardato, tuttavia se stai leggendo questa guida avrai sicuramente le motivazioni necessarie per affrontare un’avventura che sarà sicuramente piacevole, ricca di sorprese e di incontri inaspettati, ma potrà essere anche dura.

L’Irlanda infatti ha una situazione occupazionale migliore di quella italiana, ma questo non significa che troverai immediatamente un lavoro a Dublino. Il consiglio è quello di partire con un budget abbastanza consistente (che varierà a seconda dello stile di vita di ognuno) di almeno 2000€/2500€ che ti aiuterà ad ammortizzare le spese iniziali di affitti e trasporti.

Per poter vivere e lavorare a Dublino dovrai necessariamente conoscere l’inglese, infatti avere già un buon livello di conoscenza della lingua prima di partire può fare la differenza.

Uno degli aspetti più interessanti di questo paese è che per lavorare a Dublino e nel resto dell’Irlanda, contano molto le effettive capacità di ognuno piuttosto che eventuali esperienze precedenti.

In ogni caso per trovare lavoro a Dublino ti servirà un curriculum vitae aggiornato, dunque se hai ancora un formato Europass è giunto il momento di modificarlo! Questo perché in Irlanda non amano molto questo tipo di layout del CV. Consiglio: cura il tuo curriculum come un figlio!

Sul tuo CV dovrà essere segnato un recapito telefonico, non indicare però un numero di telefono italiano o di un conoscente ma procurati

una SIM irlandese. Le principali compagnie telefoniche in Irlanda sono:

Ci sono inoltre tantissimi siti web utili se vuoi trovare offerte di lavoro a Dublino e in Irlanda, dove spulciare offerte e annunci effettuando ricerche molto dettagliate, eccone alcuni tra i più affidabili:

Vediamo ora quali sono i settori più ricchi di opportunità lavorative in Irlanda:

  • Settore informatico: se hai una grande dimestichezza con i computer, non sarà difficile iniziare a lavorare a Dublino in questo settore; non dimenticare che nella città irlandese c’è la sede europea di Google.
  • Settore ingegneristico: se sei un ingegnere o un analista potrai trovare molte inserzioni e offerte di lavoro a Dublino.
  • Settore finanziario: le competenze richieste in questo ambito sono quelle di promotore finanziario o esperto di buste paga.
  • Settore sanitario: c’è una grande richiesta di personale infermieristico e di tecnici di laboratorio.
  • Settore turistico: Dublino è una città molto visitata, se parli bene l’inglese e sei spigliato è molto facile che tu possa trovare uno sbocco in questo comparto. La conoscenza della lingua però ti servirà anche per inoltrare applications nel settore della ristorazione, come barman o cameriere.
  • Settore web marketing: c’è da dire che ormai queste competenze sono richieste dappertutto, dunque se sei un esperto di SEO e SEM avrai molte possibilità di lavorare a Dublino.
  • Settore customer care:concludo questo breve elenco con uno dei settori più ambiti da quanti non sanno esprimersi in modo fluente in inglese; le multinazionali infatti cercano continuamente questi profili per customer service e technical support, dove è richiesta semplicemente la conoscenza della lingua italiana.

Come trovare casa a Dublino

Trovare casa a Dublino è difficile e costoso; per questo è bene mettere in conto un periodo minimo per trovare una sistemazione “definitiva” di un paio di settimane (ma questo dipende anche dal periodo dell’anno in cui ci mette in cerca).

Nel frattempo che stai cercando una sistemazione dovrai accontentarti di alloggi provvisori: ostelli, affitti short term o l’affitto di una stanza in casa con una famiglia irlandese. 

L’importante è cercare una casa solo ed esclusivamente se si è già in Irlanda e non cercarla dall’Italia:  nessuno risponderà alle tue e-mail poiché coinquilini e proprietari di casa preferiranno stipulare contratti con qualcuno con cui possono parlare e che possono vedere di persona. In tempi brevi!

Il modo migliore per trovare un alloggio, stanza o appartamento in affitto, è cercarlo ovviamente sul web, segnati questo url, perché diventerà il tuo migliore amico: Daft.ie.

Altri siti utili a trovare casa per vivere a Dublino sono:

Su tutti questi portali avrai l’opportunità di utilizzare dei filtri per individuare la stanza con le caratteristiche che cerchi: con o senza proprietario nell’appartamento, stanza con bagno privato e tante altre.

Se volete farvi due risate vi consiglio anche di leggere questo bellissimo articolo scritto da Daniele che vi raccontera’ la sua esperienza alla ricerca di una casa a Dublino: Cercando casa a Dublino.

 

Sanità

I cittadini italiani che trasferiscono la loro residenza in Irlanda, all’atto della cancellazione dall’anagrafe comunale e dell’iscrizione all’AIRE, perdono generalmente il diritto all’assistenza sanitaria in Italia, con alcune eccezioni (per maggiori informazioni consultare il sito del Ministero della Salute al link).

La sanità in Irlanda si divide in pubblica e privata come in Italia. L’ente pubblico che se ne occupa è l’HSE (Health System Executive), che però funziona in modo molto diverso dal nostro corrispettivo SSN. È diverso nel senso che anche le prestazioni mediche pubbliche prevedono il pagamento di una tariffa di solito piuttosto elevata rispetto a quelle italiane.

Ecco alcuni esempi:

  • visita dal medico di base (in inglese, GP, General Practitioner ), €40-€60
  • visita dallo specialista (consultant), €100-€200 a seconda della specializzazione
  • visita al pronto soccorso (A&E, o più semplicemente Emergency), €100

Per i residenti in Irlanda purtroppo non ci sono molte soluzioni per risparmiare sulle spese mediche. O siete assunti da una di quelle aziende (di solito le multinazionali) che offrono pacchetti assicurativi a proprie spese o che si offrono di pagare una percentuale della polizza assicurativa che avete stipulato oppure l’unica opzione è quella di stipulare una polizza con una compagnia assicurativa privata come VHI, Layla o Aviva a proprie spese. Tali compagnie offrono diversi pacchetti a diversi prezzi (per esempio, rimborso solo delle visite mediche specialistiche e dal GP, rimborso di visite specialistiche e ricovero in ospedale, ecc.), ma in generale per una polizza che copra anche solo una minima parte delle spese mediche in caso di ricovero ospedaliero non si spendono meno di €600 all’anno.

Bisogna fare un discorso a parte per chi si trova in Irlanda in vacanza o in vacanza-studio per periodi inferiori ai 90 giorni e non è quindi residente. In questo caso è possibile utilizzare la tessera sanitaria europea e ricevere così le prestazioni mediche necessarie gratuitamente (sia in ospedale sia dal GP).

 

Conclusioni

Come vedi, vivere e lavorare a Dublino è una buona opzione se stai cercando nuove opportunità professionali e magari vuoi migliorare la tua conoscenza dell’inglese, tuttavia prima di partire ribadisco l’importanza della pianificazione: ripassare o studiare l’inglese, studiare le offerte di lavoro e preoccuparsi della burocrazia da seguire per poter vivere in Irlanda senza trovarsi disorientati e tornare in Italia delusi.

Ho elencato in questa guida dettagliata tutti gli step da seguire per trasferirti nella capitale d’Irlanda, se però hai altri dubbi oppure vuoi condividere la tua esperienza scrivi pure nei commenti.

 

Vedi anche:

5 BUONI MOTIVI PER ANDARSENE DALL’IRLANDA E 5 BUONI PER RIMANERE

IL DECALOGO DEL PERFETTO IMMIGRATO

Comments

comments